misabellC Tour (^.^=)

free counters

domenica 31 gennaio 2010

IL SISTEMA BIBLIOTECARIO


Il Sistema Bibliotecario, come centro di servizio per le biblioteche, coordina tutte le raccolte di materiale librario e documentale, strutturate in Biblioteche Centrali di Ateneo, Biblioteche di Area e Fondi librari e documentali di ateneo, e le risorse bibliografiche in formato elettronico. La suddivisione delle Biblioteche di area rispecchia una ripartizione in aree culturali e scientifiche.
Il patrimonio librario posseduto comprende testi sempre aggiornati in campo scientifico e tecnico, vaste collezioni storiche ed una grande dotazione di periodici in abbonamento, sia su formato cartaceo che elettronico. Viene fornito inoltre ai propri utenti l'accesso alle principali banche dati nei settori di interesse e ad ampie collezioni di testi in formato elettronico.
Il Sistema provvede a che le biblioteche e l'informazione in esse contenuta (sia in formato tradizionale che in formato elettronico) siano adeguatamente accessibili, sia in modo diretto, che attraverso strumenti di consultazione online, e che le necessità documentarie della didattica e della ricerca siano soddisfatte per le diverse componenti dell'Ateneo.
Il Sistema Bibliotecario coordina e gestisce, tramite il sistema automatizzato Aleph 500, il catalogo unificato delle biblioteche di ateneo, che attualmente comprende più di 250.000 registrazioni ed è accessibile tramite un'interfaccia web. La gestione del sistema automatizzato di archiviazione e catalogazione, del sito web e delle risorse elettroniche sono affidate ai Servizi Informatici per le Biblioteche.


http://www.biblio.polito.it/it/documentazione/sistbibl.html

Biblioteca Centrale Egidio Meneghetti




Biblioteca Centrale Egidio Meneghetti
Polo medico, scientifico e tecnologico
Strada Le Grazie, 8 - 37134 VERONA
Tel. 045 802 7115 - Fax 045 802 7119 - e-mail: info.meneghetti@ateneo.univr.it

La Biblioteca è stata istituita nel 1986 ed è struttura di riferimento per le Facoltà di Medicina e chirurgia, Scienze matematiche, fisiche e naturali e Scienze motorie.
È aperta a studenti, specializzandi, dottorandi, ricercatori e personale dell'Ateneo e dell'Azienda ospedaliera di Verona. L'accesso è consentito anche a utenti esterni.



ORARI


Lunedì-venerdì: 8.15-19.45
Sabato: 8.15-13.00
Apertura serale nuova aula studio: dal lunedi' al venerdi': ore 19.50-23.30
Apertura nei week-end nuova aula studio: sabato ore 13.00-20.00; domenica: ore 9.00-20.00

I servizi della Biblioteca e dell'Aula multimediale cessano 15 minuti prima dell'orario di chiusura.

In agosto e durante le festività accademiche: Lunedì-venerdì 8.15-13.45 (il sabato rimane chiusa).



Servizi


Catalogo collettivo di Ateneo (OPAC)

Distribuzione, prestiti e consultazione del materiale

Sala di consultazione e aula studio

Riproduzione documenti

Aula multimediale e risorse digitali

SSL VPN


Servizi interbibliotecari (fornitura articoli e prestito interbibliotecario)

Ricerche bibliografiche

Corsi sull'utilizzo delle risorse bibliografiche della Biblioteca "E. Meneghetti" e dell'Ateneo

Bibliocar: una biblioteca al servizio dei degenti

Assegnazione armadietti



http://meneghetti.univr.it/index.php?option=com_content&task=view&id=22&Itemid=44

Biblioteca di via Pennacchi a Perugia


Biblioteca di via Pennacchi a Perugia: grandi novità
La Biblioteca ha riaperto al pubblico giovedì 10 dicembre 2009 con tante novità per tutti i cittadini.

Quando nel 1994 la biblioteca di via Pennacchi venne inaugurata fu una delle prime biblioteche in Umbria ad offrire assieme ai libri supporti multimediali. Da questo il nome, che oggi non trova più originalità: oramai quasi tutte le biblioteche sono multimediali. La sua ubicazione è divenuta sinonimo di identificazione ormai diffuso anche tra i più giovani: da qui la proposta di un nuovo nome, ad esempio La Pennacchi come viene già nominata dai suoi frequentatori: a giorni verrà presentato un referendum per scegliere insieme il nome

- un nuovo ingresso alla biblioteca: più ampio, ospitale e amichevole per accogliere i cittadini in un ambiente raffinato e ricco di dettagli

- sala Bambini & Ragazzi: uno spazio colorato morbido ed accogliente con 3000 libri, audiolibri, dvd e cd destinati ai ragazzi da 0 a 16 anni

- una nuova sistemazione dell’intera collezione dei materiali direttamente disponibili e accessibili

- una sala interamente destinata alle ricerche veloci per una fruizione rapida e immediata

- uno spazio musica con accesso diretto e con possibilità di ascolto in loco

-una nuova area chiamata spazio genitori con libri riviste e materiale vario su puericultura, animazione, genitorialità, viaggi con i figli e tanti altri “piccoli e grandi” consigli di lettura

- anche gli studenti hanno un’intera sala studio nell’area più silenziosa della struttura

- il progetto 10 x 5 riguardante il numero di prestiti possibili: 10 libri per un mese e 5 opere multimediali (dvd, cd musicali, cd rom) per una settimana

Per rendere l’ambiente maggiormente accogliente, la biblioteca ha portato alla luce l’originale cucina in muratura - anni ‘40 - che entrerà a far parte a pieno titolo della zona destinata ai libri e riviste di cucina per dare giusto risalto ad una parte del fondo che la scrittrice Clara Sereni ha donato recentemente alle Biblioteche comunali di Perugia. Oltre alla cucina è stato portato alla luce il bellissimo camino in travertino, davanti al quale, in comode poltrone, è possibile leggere i libri preferiti o visionare i video disponibili a scaffale.

Biblioteca Multimediale, via Pennacchi 19, Perugia
tel. 075.577.2960 / 2961 fax 075.5722472
e-mail: multimediale@comune.perugia.it


http://guide.supereva.it/biblioteche/interventi/2010/01/biblioteca-di-via-pennacchi-a-perugia-grandi-novita

sabato 30 gennaio 2010

Biblioteca del Consiglio regionale



Dove siamo cosa facciamo

Biblioteca del Consiglio regionale
Via D'Annunzio 38 - 16121 Genova
tel. +39-0105485501 - fax: +39-0105485470
e-mail: biblioteca@regione.liguria.it


•dott. José Scanu
Responsabile del servizio bibliotecario
tel. +39.010.548.4022






La biblioteca è aperta al pubblico con orario 9:30-12:30 nei giorni di lunedì, martedì e giovedì

Al venerdì mattina e al pomeriggio si ricevono gli studenti e i ricercatori previo accordo con il personale della biblioteca.


La tessera della biblioteca viene rilasciata su richiesta e ha validità due anni. Permette l'accesso ai servizi bibliotecari di tutte le biblioteche aderenti al Polo Ligure del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN), compresa la biblioteca dell'Università degli Studi di Genova.
La biblioteca aderisce al Polo Ligure del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN).


I servizi

•consultazioni e letture in sala

•consultazioni di banche dati
•consultazione del catalogo informatizzato

•ricerche bibliografiche e multimediali

•riproduzione informatizzata su supporti removibili dell'utente, previa autorizzazione del responsabile della biblioteca

Il prestito dei volumi è effettuato dalle 9:30 alle 12:30 da lunedì a giovedì.

Le iniziative

•presentazione libri

•conferenze

•seminari

•pubblicazioni


Il patrimonio

•monografie specializzate in diritto: civile, penale, amministrativo, pubblico e pubblico-regionale; territorio; ambiente; turismo; economia con una sezione dedicata agli aspetti socio-economici, storici e culturali della Liguria

•riviste e periodici

•cd-rom ed altri supporti multimediali

•quotidiani internazionali, nazionali e regionali

•banche dati giuridiche e bibliografiche


La biblioteca cura anche la raccolta delle pubblicazioni e dei materiali prodotti dalla Giunta e dal Consiglio regionale e il raccordo con le altre strutture di documentazione della Giunta regionale, con il sistema bibliotecario del Polo Ligure del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN) e con le biblioteche degli altri consigli regionali

È dotata di trentasei posti a sedere e di quattro postazioni informatiche di cui tre hanno accesso a Internet.
I servizi della biblioteca sono illustrati nella carta dei servizi, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 21 del 27 maggio 2009.

Catalogo generale
Il sito dove trovi il catalogo delle pubblicazioni presenti nella biblioteca del Consiglio regionale
http://consregionaleliguria.sebina.it/SebinaOpac/Opac?fromBiblio=LIG08

Polo Ligure Sbn
Il sito dove trovi l'elenco delle biblioteche liguri e i loro cataloghi
http://opac.genova.metavista.it

Biblioteca Comunale "Giovanni Santini"






In biblioteca puoi:
- leggere, studiare, sfogliare libri tuoi o della biblioteca, quotidiani e riviste,
-prendere in prestito gratuitamente libri e/o riviste (per un mese), documenti multimediali (fino a 3 tra cd, dvd, vhs per una settimana), per un totale complessivo di 10 documenti,
- utilizzare gratuitamente i 3 computer e navigare in Internet,
- richiedere in prestito libri ad altre biblioteche in tutta Italia,
- prenotare un libro già in prestito,
- rinnovare il prestito di un libro (purché non già richiesto da altri),
- suggerire l'acquisto di libri, cd e dvd,
- chiedere informazioni bibliografiche e consigli di lettura,
- fotocopiare (a pagamento e solo pagine di libri della biblioteca).


Patrimonio
La biblioteca di Pavullo mette a disposizione di tutti il suo patrimonio di oltre 70.000 documenti suddivisi nelle seguenti sezioni:
- spazio novità (con gli acquisti recenti esposti all'ingresso della biblioteca),
- narrativa,
- saggistica,
- fondo “Carnevali” (con oltre 30.000 volumi dell'ex Biblioteca circolante Carnevali di Modena),
- sezione locale (con volumi su Pavullo e il territorio del Frignano),
- fondo antico “Gianelli” (raccolta giuridica comprendente anche alcune cinquecentine),
- spazio Favolando (0-5 anni),
- sezione bambini (6-10 anni),
- sezione ragazzi (11-16 anni),
- sezione giovani adulti
- sezione multimediale.
La biblioteca è inoltre abbonata a 2 quotidiani e a 32 riviste.

Catalogo
Per sapere se la biblioteca possiede il libro che ti interessa, puoi effettuare la ricerca direttamente su Internet (http://opacsol.cedoc.mo.it) la biblioteca partecipa al Servizio Bibliotecario Nazionale, il più grande catalogo italiano con oltre 9 milioni di titoli.
Se non trovi il libro che ti interessa in biblioteca, puoi vedere se è posseduto da un'altra biblioteca del catalogo provinciale, oppure nazionale (www.internetculturale.it), e richiederlo tramite il servizio di prestito interbibliotecario.

Sezione multimediale
In biblioteca, nel sottotetto di Palazzo Ducale, è allestita la sezione multimediale.
Circa 1.000 tra nuovi acquisti e “vecchi” CD della ex fonoteca dei sotterranei, sono stati catalogati secondo gli standard bibliografici nazionali, per cui gli utenti, oltre a scegliere direttamente i CD da prendere in prestito, possono conoscere il posseduto della mediateca consultando il catalogo in linea (http://opacsol.cedoc.mo.it) effettuare ricerche per autore e per titolo, conoscere quali e quanti cd o dvd di un determinato autore sono presenti, la loro collocazione e disponibilità, oltre ad avere la possibilità di prenotare i cd/dvd eventualmente fuori in prestito.

E' disponibile una postazione per l'ascolto dei cd.

I cd sono ordinati per genere (bambini, blues, classica, colonne sonore (film), contemporanea, etnica, jazz, leggera, lirica, new age, rock, soul, vari). Ogni genere è ordinato alfabeticamente per autore.

Nella sezione video, dvd e videocassette sono divisi nelle seguenti tipologie: cinema, musica; ragazzi, tv teatro (filmati televisivi e spettacoli teatrali), video (documentari). Anche in questo caso, i video sono ordinati alfabeticamente per autore / regista, ad esclusione dei documentari che, come i libri, sono ordinati per materia, secondo la classificazione decimale Dewey.


Letture in Biblioteca per bambini da 3 a 7 anni

Presentazione del romanzo "La morte d'argento" e incontro con l'autrice Federica Pini

Novità in Biblioteca (nuovi acquisti)



Archivio iniziative della Biblioteca

Sede Palazzo Ducale - Via Giardini, 3 (secondo piano)
Orari di apertura ORARIO INVERNALE (dal 31 agosto)
dal lunedì al venerdì dalle 14.30 alle 19
sabato dalle 9 alle 13
telefono 0536/21213
fax 0536/20610
email biblio.pavullo@cedoc.mo.it

http://www.comune.pavullo-nel-frignano.mo.it/vivere_pavullo/biblioteca_comunale_giovanni_santini/default.aspx

venerdì 29 gennaio 2010

numero sbagliato


video

Mariella Nava - Per Amore


Per Amore
Mariella Nava
Composição: Mariella Nava
Io conosco la tua strada / ogni passo che farai
le tue ansie chiuse e i vuoti / sassi che allontanerai
senza mai pensare che
c ome roccia ferma io ritorno in te...
io conosco i tuoi respiri / tutto quello che non vuoi
lo sai bene che non vivi / riconoscerlo non puoi
e sarebbe come se
q uesto cielo in fiamme ricadesse in te
come scena su un attore

Per amore / hai mai fatto niente solo per amore
hai sfodato il vento e urlato mai / diviso in cuore e sesso
pagato e riscommesso / dietro questa mania
che resta solo mia...

per amore / hai mai corso senza fiato
per amore / perso e ricominciato
e devi dirlo adesso / quanto di te ci hai messo
quanto hai creduto tu in questa bugia

...e sarebbe come se
questo fiume in piena risalisse a me
come china da un pittore

Per amore / hai mai speso tutto quanto
la ragione / il tuo orgoglio fino al pianto
lo sai stasera resto / non ho nessun pretesto
soltanto una mania / che resta forte e mia
dentro quest'anima / che strappi via....

e devi dirlo adesso / sincero con te stesso
ti costa almeno questo andare via....

...e sarebbe come se
tutto questo mare annegasse in me...






Mariella Nava nasce a Taranto il 3 febbraio del 1960.

Fin da bambina sente di fare della musica la sua vita.
A sette anni inizia gli studi classici sul pianoforte.
Più tardi decide di affinare la sua conoscenza proseguendo gli studi di composizione.
Intanto già dall'adolescenza ama scrivere a tempo perso, sul suo diario, frasi e versi che poi diventeranno, quasi per gioco, i testi delle sue prime canzoni.

Saranno gli amici a scoprire i primi brani e a spronarla a non lasciarli inediti. Seguendo i loro consigli, Mariella spedisce una canzone dal titolo Questi figli a GIANNI MORANDI che la incide meravigliato per la grande sensibilità contenuta nel testo e nella musica del brano e inizia a parlare di lei come di una ragazza che si farà sicuramente notare nell'ambito della musica leggera italiana.

Questo è il suo primo significativo incontro con il mondo della canzone e da qui inizierà il suo percorso di autrice ed interprete.
Conosce i suoi produttori Antonio Coggio e Roberto Davini, fedeli compagni di viaggio da allora fino ad oggi. Firma nel 1987 il primo contratto discografico, partecipa al Festival di Sanremo di quell'anno con il brano Fai Piano e pubblica il primo album PER PAURA O PER AMORE che suscita subito grande interesse presso la critica per il suo saper trattare temi sociali con grande poesia ed eleganza.

Le viene riconosciuto il premio Miglior opera prima al Club Tenco. Nell' '89 scrive Effetti speciali per ORNELLA VANONI e Come mi vuoi per EDUARDO DE CRESCENZO, cantata più tardi anche dalla grande MINA.

Nel 1990 incide il suo secondo album IL GIORNO E LA NOTTE arrangiato con LUIS BACALOV. In questo album è incluso quel brano intitolato Dentro di me che dopo essere stato censurato riesce a muovere l'interesse di tanti addetti ai lavori tra cui Maurizio Costanzo e RENATO ZERO.

Mariella scrive Spalle al muro (Vecchio) dedicata agli anziani che, grazie alla grandissima interpretazione di Renato Zero, si classifica al secondo posto al Festival di Sanremo del '91, consacrandola tra i più grandi autori.
Nello stesso anno pubblica il suo terzo album CRESCENDO inciso a Londra con il grande arrangiatore GEOFF WESTLEY e la Royal Philarmonic Orchestra.
Intanto continua a scrivere per MIETTA (Il gioco delle parti, Ti sto cercando), per AMII STEWART (Warm embrace), per IRENE FARGO (Facile, Inverno).

Nascono altri due album: MENDICANTE E ALTRE STORIE del '92 e SCRIVO del '94.
Sempre del '94 è la sua partecipazione al Festival di Sanremo con il brano etnico Terra mia dedicata al suo SUD con cui le viene consegnato il Premio VOLARE dalle stesse mani del grande Domenico Modugno.

E ancora scrive per RENATO ZERO (Un altro pianeta), LOREDANA BERTE' (L'esodo). Nel 1995 pubblica una raccolta che segna la sua momentanea uscita dalle scene intitolata USCIRE.

Nel gennaio '95, agli albori di Internet, conosce questo nuovo tipo di comunicazione e, intuendone l'importanza, sperimenta il primo concerto interattivo in collegamento con tutto il mondo dal Teatro Comunale di Cagliari.

Nel frattempo scrive altre canzoni nuove per artisti come TOSCA (La differenza), SYRIA (Dimenticata, Non posso perderti, Ce l'avevo un amore) e ANDREA BOCELLI. Per quest'ultimo scrive infatti Per amore, brano che fa il giro del mondo ed è riproposto in varie lingue da tanti artisti, continuando a riscuotere ancora oggi grande successo.

Nel 1998 Mariella incontra il promoter Elio Cipri che riesce a dare il giusto rilievo anche alla sua voce e alla sua immagine d'interprete.
E' di questi anni infatti il suo ritorno discografico con gli album DIMMI CHE MI VUOI BENE e COSI' E' LA VITA, titolo della omonima canzone con cui la Nava si classifica al terzo posto del Festival di Sanremo del '99.

Tante sono le collaborazioni artistiche che seguono tra cui quella con MANGO (Il mio punto di vista) e AMEDEO MINGHI con cui scrive Futuro come te per il Festival di Sanremo del 2000.
Pubblica il CD PAZZA DI TE.
Continua la sua fertile attività di autrice scrivendo ancora per GIGI D'ALESSIO (Verrà il tempo) e LUCIO DALLA (Notte americana).

Nel 2002 Mariella partecipa ancora una volta al Festival di Sanremo con la canzone Il cuore mio, brano che riscuote grandi consensi: un sesto posto in classifica e le viene assegnato dalla LILT (associazione per la prevenzione contro il cancro) il Premio PIU' VITA PER LA VITA per i grandi contenuti positivi e di solidarietà che il testo ha saputo esprimere.
Pubblica nello stesso marzo del 2002 l'album QUESTA SONO IO ricco ancora una volta di contenuti sociali e di grande attualità... Lo schiaffo del soldato.

Nel dicembre del 2004 Mariella pubblica un nuovo lavoro molto importante. Un lavoro che segna sicuramente il suo momento di donna e autrice consapevole a metà del suo bel viaggio artistico. Esattamente quello in cui ci si volta un po' a guardare la buona strada percorsa e il tanto che si è fatto per trarre ancora più grinta e certezza delle proprie capacità e proseguire in avanti senza indugi e senza freni. E' questo in fondo ciò che racconta CONDIVISIONI, l'ennesimo suo amato disco. A testimoniare la netta definizione del suo particolare talento, ecco insieme a lei comparire a tratti le voci per cui nel tempo ha scritto e che le hanno dato, con la loro amicizia e stima, modo di essere ascoltata e sottolineata lì dove non c'era nessun agevole passaggio per essere una penna "donna" discreta ed elegante. Il suo incontro con Dionne Warwick apre la serie delle canzoni inedite dello stesso album.
It’s forever, una canzone di pace scritta in inglese e in italiano e cantata a due voci, è stata l’inno ufficiale dei Mondiali di Sci di Bormio nel gennaio-febbraio dell’anno 2005.

Mariella prende parte più volte ai tour di Renato Zero di questi due anni perché l’amicizia e la stima del cantautore romano nei suoi confronti continua fortemente e cresce nel tempo, ed è anche grazie all’etichetta Zerolandia che la sua musica è stata raccolta e pubblicata in CONDIVISIONI.
Durante queste partecipazioni ai concerti, Mariella fa ascoltare Non deludermi, un brano di estrema delicatezza, dedicato a tutti gli sposi e scritto nel giorno delle sue nozze con il marito Massimo Germani.
Ma l’autrice spiegherà che è una promessa di fede fatta e lanciata anche al suo pubblico e ogni volta infatti, volerà un bouquet… consigliatole da Renato stesso verso il pubblico che la applaude.

Nel marzo 2005 Mariella partecipa al reality Music Farm. Distante certamente dal suo stile così discreto, riservato, quasi stridente con le sue scelte precedenti, ma proprio questa frizione col suo essere la induce a misurarsi, mettersi alla prova. Consapevole della forza comunicativa di quel format, cerca di usarlo intelligentemente per farsi conoscere solo “musicalmente” anche a chi ancora non sapesse molto di lei, non cedendo a nessun tipo di “ammiccamento” da reality e, forse proprio per questo esame ennesimo, ci sorprende e riesce a passare anche da quel contesto con una eleganza ed una distanza di sicurezza esemplari, in linea con la Nava da sempre conosciuta.
Qualsiasi personaggio avesse conosciuto quel tipo di popolarità alla sua uscita da quel programma, ne avrebbe approfittato, rendendosi visibile o inflazionandosi, ma ancora una volta invece, sovvertendo gli ordini delle cose, Mariella riprende le sue distanze, lavorando dietro le quinte e preparando nuove canzoni per sé e per gli altri colleghi e soprattutto mettendo su un concerto portato nei piccoli-medi teatri d’Italia.

A luglio 2006, mentre l’Italia si “sospende” tra Mondiali di calcio ed estati da partire in vacanza, Mariella ci regala insospettabilmente L’ASSAGGIO, un cd singolo nuovo contenente due inediti: Guarda giù e La strada… facendoci presagire tutto il buon… gusto del suo prossimo CD.

A maggio 2007, infatti, pubblica DENTRO UNA ROSA e alla fine dello stesso anno Mariella regala interamente il brano Stasera torno prima all' ANMIL.
La canzone è inedita, non incisa su alcun supporto, ma si può scaricare gratuitamente dal sito ufficiale dell'Associazione: www.anmil.it
Motivo della scelta: essere totalmente vicina e attenta al problema dell'insicurezza sul lavoro e delle Morti Bianche, oltre che utile alla campagna di sensibilizzazione.



http://www.mariellanava.it/biografia.htm

mercoledì 27 gennaio 2010

#####################################


L'appuntamento
(Bruno Lauzi)



Ho sbagliato tante volte ormai che lo so già
Che oggi quasi certamente sto sbagliando su di te
Ma una volta in più che cosa può cambiare nella vita mia...
Accettare questo strano appuntamento è stata una pazzia!

Sono triste tra la gente che mi sta passando accanto
Ma la nostalgia di rivedere te è forte più del pianto:
Questo sole accende sul mio volto un segno di speranza.
Sto aspettando quando ad un tratto ti vedrò spuntare in lontananza!

Amore, fai presto, io non resisto...
Se tu non arrivi non esisto
Non esisto, non esisto...

E cambiato il tempo e sta piovendo ma resto ad aspettare
Non m'importa cosa il mondo può pensare
Io non me ne voglio andare.
Io mi guardo dentro e mi domando ma non sento niente;
Sono solo un resto di speranza perduta tra la gente.

Amore è già tardi e non resisto...
Se tu non arrivi non esisto
Non esisto, non esisto...

Luci, macchine, vetrine, strade tutto quanto si confonde nella mente
La mia ombra si è stancata di seguirmi il giorno muore lentamente.
Non mi resta che tornare a casa mia alla mia triste vita
Questa vita che volevo dare a te l' hai sbriciolata tra le dita.

Amore perdono ma non resisto...
Adesso per sempre non esisto
Non esisto, non esisto...

La, la. la. la...





Sentado à beira do caminho
(Erasmo Carlos e Roberto Carlos)



Eu não posso mais ficar aqui a esperar
Que um dia de repente você volte para mim
Vejo caminhões e carros apressados a passar por mim
Estou sentado à beira de um caminho que não tem mais fim

Meu olhar se perde na poeira desta estrada triste
Onde a tristeza e a saudade de você ainda existe
Esse sol que queima no meu rosto um resto de esperança
De ao menos ver de perto seu olhar que eu trago na lembrança

Preciso acabar logo com isso
Preciso lembrar que eu existo
Que eu existo, que eu existo

Vem a chuva molha o meu rosto e então eu choro tanto
Minhas lágrimas e os pingos dessa chuva
Se confundem com meu pranto
Olho pra mim mesmo, me procuro e não encontro nada
Sou um pobre resto de esperança à beira de uma estrada

Carros, caminhões, poeira, estrada,
Tudo se confunde em minhamente
Minha sombra me acompanha e vê que eu
Estou morrendo lentamente
Só você não vê que eu não posso mais ficar aqui sozinho
Esperando a vida inteira por você
Sentado à beira de um caminho

Preciso acabar logo com isso
Preciso lembrar que eu existo
Que eu existo, que eu existo
..............................
Preciso acabar logo com isso
Preciso lembrar que eu existo
Que eu existo, que eu existo


giovedì 21 gennaio 2010

60° Festival della Canzone Italiana


Notizie ed anticipazioni
In occasione del 60° Festival della Canzone Italiana, l'Organizzazione curata dal Direttore Artistico Gianmarco Mazzi, da Antonella Clerici e dal suo gruppo di autori, ha deciso di creare un format pieno di novità dando al Festival una veste ancor più coinvolgente ed emozionante. Le cinque serata in onda su Rai Uno dal 16 al 20 Febbraio 2010 saranno quindi caratterizzate da:

- una competizione tra canzoni “nuove” interpretate da 16 ARTISTI individuati secondo criteri di contemporaneità, fama e valore riconosciuti;

- una competizione tra canzoni interpretate da 8 artisti nella sezione SANREMO NUOVA GENERAZIONE;

- una SERATA EVENTO dedicata alla “leggenda” di Sanremo durante la quale 8 grandi della musica italiana e internazionale saranno invitati a scegliere e interpretare, tra tutte le canzoni presentate nelle cinquantanove edizioni, la canzone da loro più amata.

Nelle prime quattro Serate, per la sezione ARTISTI e nella seconda e terza, per la sezione SANREMO NUOVA GENERAZIONE, la suddivisione delle "canzoni-artisti", l’ordine di esecuzione in ciascuna delle Serate e/o i relativi criteri saranno determinati dall’Organizzazione; nella Quarta Serata per la sezione SANREMO NUOVA GENERAZIONE e nella Quinta ed ultima Serata per la sezione ARTISTI sarà il sorteggio a determinare l’ordine di esecuzione delle canzoni-artisti.

http://www.sanremo.rai.it/dl/portali/site/articolo/ContentItem-e5cb543c-1d98-4fa0-bf12-e1e566add3e0.html

mercoledì 20 gennaio 2010

"Sei tutto quel che ho" - Stadio




come un prato intero dentro a un fiore
come un piccolo raggio di sole


dopo lacrime di temporali
sei arrivata tu
sei tutto quel che ho

per le mie paure e i miei dolori
sei il disinfettante dei miei mali


ma di quelli che non fan bruciare
mi curi bene sai
ti curo anch'io se vuoi

forse sei soltanto il sogno che vorrei
e allora dormo e non
mi svegliero' mai piu'

forse questo spazio e' piccolo per te
ma il mio cuore e' da
ristrutturare un po'
sei tutto quel che ho
ma che bella questa vita
se mi fai ridere cosi'
sei il mio pianeta
sei tutto quel che
sei tutto quel che ho insieme
e' una splendida giornata
se stiamo insieme ancora un po'
sei il mio segreto
sei tutto quel che ho
sei tutto quel che basta a vivere
come un raggio di cuore
come un piccolo sole
se la notte non ci sei sto male
ma se ascolto il tuo respiro volo
se ti metti il mio maglione rido
non ti arrabbiare dai
sei bella piu' che mai
forse sei soltanto il sogno che vorrei
e allora dormo e non mi
svegliero' mai piu'
forse questo posto e' piccolo per noi
ma e' l'amore che ci stringe insieme
sei tutto quel che ho
ma che bella questa vita
se mi fai ridere cosi'
sei il mio pianeta sei tutto quel che
sei tutto quel che ho insieme
e' una splendida giornata
se stiamo insieme ancora un po'
sei il mio segreto
sei tutto quel che ho sei tutto quel
che basta a vivere
come un raggio di cuore
come un piccolo sole
sei tutto quel che ho
sei tutto quel che ho




sei tutto quel che ho
sei tutto quel che ho
sei tutto quel che ho

sabato 16 gennaio 2010

Gigi Finizio - A modo mio


Hai ragione tu
Quando dici che non riesco a vivere
Senza te…

Non respiro più,
Tutto il resto sembra inutile, lo sai,
Se te ne vai…

Via dagli occhi tuoi
C’è una notte senza fine,
Un mare che
Non mi bagna più,
Amore, amore no…


A modo mio
Saprei come fare…
A modo mio
Troverei le parole…
A modo mio
Tu non sarai dentro di me
La solitudine…
A modo mio
Ricominciare…
A modo mio
Ti saprei ritrovare
Ma dove sei…
Tu non lo stai
Stanotte quanto ti vorrei…


Ora siamo qui,
Spenti da un interruttore illogico,
E non vorrei…

Briciole di noi,
Basta un po’ di vento
Per soffiarci via,
Anima mia…

Via dagli occhi tuoi
C’è una notte senza fine,
Un sole che
Non riscalda sai,
Amore, amore no…


A modo mio
Saprei come fare…
A modo mio
Troverei le parole…
A modo mio
Tu non sarai dentro di me
La solitudine…
A modo mio
Ricominciare…
A modo mio
Ti saprei ritrovare
Ma non potrei dimenticare…


Ho cercato un altro
Paradiso da inventare,
Ma non posso
Lasciarti andare via,
Amore, amore no…


Tu non sarai dentro di me
La solitudine…
A modo mio
Ricominciare…
A modo mio
Ti saprei ritrovare
Ma dove sei…
Tu non lo stai
Stanotte quanto ti vorrei…


(Grazie a Rina Miky '89 per questo testo)
[ A Modo Mio Lyrics on http://www.lyricsmania.com/ ]

la pioggia - Mariza - fado




As coisas vulgares que há na vida
Não deixam saudades
Só as lembranças que doem
Ou fazem sorrir

Há gente que fica na história
da história da gente
e outras de quem nem o nome
lembramos ouvir

São emoções que dão vida
à saudade que trago
Aquelas que tive contigo
e acabei por perder

Há dias que marcam a alma
e a vida da gente
e aquele em que tu me deixaste
não posso esquecer

A chuva molhava-me o rosto
Gelado e cansado
As ruas que a cidade tinha
Já eu percorrera

Ai... meu choro de moça perdida
gritava à cidade
que o fogo do amor sob chuva
há instantes morrera

A chuva ouviu e calou
meu segredo à cidade
E eis que ela bate no vidro
Trazendo a saudade

venerdì 15 gennaio 2010

Hasta El Fin Del Mundo


Hasta El Fin Del Mundo
Artist - Jennifer Pena
Album - Seduccion

Tu no te imaginas-Lo que siento por ti
Como me haces falta-Cuando estas lejos de mi

Si tu me dejaras-No sabria que hacer
Cambiaria mi vida-Me podria enloquecer

Pido a Dios que ese momento nunca llegue
Y que proteja nuestro amor
Como tu no existen dos
[Estribillo:]

Hasta el fin del mundo te iría a buscar
De ti nada me puede separar
Cruzaría los siete mares hasta llegar a ti
Hasta el fin del mundo te seguiré
Donde sea que estés yo te encontraré
Nada en mí es más importante
Que vivir junto a ti

Me da tanto miedo esta gran necesidad
De tenerte siempre y querete más y más

Es un sentimiento muy difícil de explicar
Lo loca que me pongo si demoras en llegar

Pido a Dios que no me dejes
Y por siempre que proteja nuestro amor
Como tú, no existen dos

Hasta el fin del mundo....

Cómo imaginarme esta vida sin tu amor
Si te necesito igual que al agua, oh
Me derrumbaría si me dejaras de amar
Me harías una herida mortal, mortal

Por eso mi amor

[Estribillo]
Hasta el fin del mundo...

Hasta el fin del mundo

Pasion Prohibida - Alianza

Nuestro amor es así
Late por mí
Dentro de tí
Aunque lejos estés
Siempre estaré
Cuidándote...


Nuestras almas lo se
Van unidas por la eternidad
No preguntes porqué
Sólo Dios sabe cuánto te amé

No fue un error
No hay un culpable
Solo tu y yo
No hay un final
Por que lo nuestro
siempre será

giovedì 7 gennaio 2010

Sanremo 2010

quinta-feira, 7 de janeiro de 2010
Sanremo 2010

•ARISA – Ma l’amore no
•MALIKA AYANE – Ricomincio da qui
•SIMONE CRISTICCHI – Meno male
•TOTO CUTUGNO – Aeroplani
•NINO D’ANGELO – Jammo jà
•IRENE GRANDI – La cometa di Halley
•MORGAN – La sera
•FABRIZIO MORO – Non è una canzone
•NOMADI feat. IRENE – Il mondo piange
•NOEMI – Per tutta la vita
•POVIA – La verità (Eluana)
•PUPO, EMANUELE FILIBERTO (con Luca Canonici) – Italia amore mio
•ENRICO RUGGERI – La notte delle fate
•VALERIO SCANU – Un attimo con te
•SONOHRA – Baby
•Da X FACTOR MARCO MENGONI
La Rai ha accolto la richiesta del direttore artistico Gianmarco Mazzi e di Antonella Clerici che, a fronte dell’originalità delle canzoni presentate a Sanremo 2010, hanno proposto di portare il numero degli Artisti da 14 a 16. Oltre alla conferma di Marco Mengoni, vincitore di X Factor 3, entrano di diritto nei big Noemi (X Factor) e Valerio Scanu dal mondo dei talent show. Sorpresa per la partecipazione di Morgan ed Emanuele Filiberto con Pupo. Interessante ritrovare sul palco dell’Ariston Irene Grandi, Nino d’Angelo e i Nomadi.

http://www.davidemaggio.it/archives/18718/festival-di-sanremo-2010-i-16-artisti-in-gara/