misabellC Tour (^.^=)

free counters

lunedì 31 marzo 2008

Veja meu Slide Show!

domenica 30 marzo 2008

Title: Antonella Bucci - Amici S


Title: Antonella Bucci - Amici S


camminerai nella tua vita, piccoli piedi e poi grande fatica quanta ne incontrerai di gente strana con cui dividerai pezzi di strada e per quanto andrai lontano se vuoi una mano, la trovi qui, amici s, perch importante che sia cos. Capita di star l senza parlare con quella voglia dentro di raccontare per ritrovarsi poi poco a poco tutte scintille ormai di un grande fuoco pronti ad essere davanti essere in tanti essere qui... ...semplicemente trovarsi qui...per un aiuto quando non c. Fare cos perch nessuno basta da se... ...averne sempre tanti cos...Volando su di noi giorni veloci quanti ne perderai ma i veri amici mai...

La mia parola


La mia parola
Nevio Passaro

Io lo so che tu ti senti sola.


Sono stanco a non vederti piu.


Unicato sei per me al mondo,


la ragazza ideale sei tu.


Accetami propio cosí.


Se ti rivedró.


La mia parola ti daró,


io senza te non so che fò


e poi non dubitare di me,


perché ti daró la mia parola.


Ti affacci fuori alla finestra,


sento l´odore che hai addosso tu,


anche le lacrime sul tuo cuscino


mi fà sentire ancora peggio di te,


ferendomi.


Sicuro che amo solo te.


La mia parola ti daró,


io senza te non so che fò.


La mia parola ti daró,


le mie promesse manterrò


e poi non dubitare di me,


perché ti daró la mia parola:


ritornerò da te.


Io sogno quell´momento intrando dentro te,


dimenticando che sono qui ad´aspedare te.


La mia parola ti daró,


io senza te non so che fó.


La mia parola di daró,


le mie promesse manterrò


e poi non dubitare di me,


perché ti daró la mia parola.


Sta sicura perché


la mia parola ti daró,


io senza te non so che fó.


La mia parola ti daró,


le mie promesse manterrò


e poi non dubitare di me,


perché ti daró la mia parola (ti daro)


e in ogni momento ti accenderò.


(La mia parola)

sabato 29 marzo 2008

Dammi spazio - Jovanotti


Dammi spazio

che non riesco a ballare

dammi spazio che non riesco a parlare

dammi spazio che non riesco a pensare

dammi spazio

dammi spazio

Dammi spazio qualcuno ne ha troppo

qualcuno zero mi serve

spazio per esprimere un pensiero

un'idea non posso mica stare in apnea

c'è un traffico di macchine mostruoso

un sottofondo molto rumoroso questa città

mi ruba l'energia eppure non riesco

ad andare via a volte penso di diventar pazzo

dammi spazio che non riesco a ballare

dammi spazio che non riesco a pensare

dammi spazio che non riesco a parlare

dammi spazio che non riesco a ballare

Dammi spazio

spostati di un passo per lo meno chi ha detto

che sia tuo questo terreno soltanto perché dici io

c'ero prima amico mio

ascolta questa rima non ho inventato

io questo sistema

ma adesso abbiamo noi questo problema

o ci stringiamo un po'

e ci entriamo tutti cercando di non prenderci a cazzotti

oppure cominciamo a darci botte

e spintoni fin quando non saremo

ormai tutti distrutti è meglio

che evitiamo questo strazio

faresti meglio a darmi un po' di spazio

Dammi spazio che non riesco a ballare

dammi spazio che non riesco a parlare

dammi spazio che non riesco a pensare

dammi spazio

dammi spazio

Muovi tutto quello che c'hai da muovere

muovi tutto quello che c'hai da muovere

la realtà è fuori dalle note

fuori da questo suono

fuori da questa canzone

mi serve spazio

per cercare spazio

per trovare spazio

per averela mia dimensione

qualcuno ha detto che di spazio nel mondo

ce n'è a sufficienza per soddisfare

la nostra esigenza ma di sicuro

non basta il mondo intero per soddisfare

l'avidità di uno solo non cerco di più

di quello che mi può bastare un po' di spazio

dove io possa ballare

mangiare

lavorare

parlare

dormire

fare l'amore

Dammi spazio che non riesco a ballare

dammi spazio che non riesco a pensare

dammi spazio che non riesco a parlare

dammi spazio

dammi spazio

Muovi tutto quello che c'hai da muovere

muovi tutto quello che c'hai da muovere

muovi tutto quello che c'hai da muovere

muovi tutto quello che c'hai da muovere

beato chi ha trovato spazio nei suoi sentimenti

lo spazio più prezioso che non teme cedimenti

beato chi divide la capanna con due cuori beato lui,

e per gli altri son dolori nessuno

ha più intenzione di mollare

neanche un metro si barrica dietro un muro di vetro

ma a volte la musica rompe anche

pacificamente in coro

Dammi spazio che non riesco a ballare

dammi spazio che non riesco a parlare

dammi spazio che non riesco a pensare

dammi spazio

dammi spazio

Eh, dammi spazio che non riesco a ballare

dammi spazio che non riesco a pensare

dammi spazio che non riesco a parlare

dammi spazio

dammi spazio

Muovi tutto quello che c'hai da muovere

muovi tutto quello che c'hai da muovere

muovi tutto quello che c'hai da muovere

muovi tutto quello che c'hai da muovere

muovi tutto quello che c'hai da muovere

muovi tutto quello che c'hai da muovere

muovi tutto quello che c'hai da muovere

muovi tutto quello che c'hai da muovere...

giovedì 27 marzo 2008

A Mi Manera


A Mi Manera

Artist(Band):Gipsy Kings

Yo se que no vendras

Por eso ya

Tanto la olvido

Dejar un nuevo amor

Tanto mejor

Ay como el mio

Dejar y la vive

Ay desde mundo de tristeza

Dejar y la vive

Ay mi manera

Yo quiero ser

Hay nada mas

Prefierare

Y recordar

Un nuevo amor

Tanto Mejor

Quisiera olvidar

Tanto lo mejor

Quisiera vivir

Hay nada mas

O si my way

François Claude - Comme D'habitude (tradução)



François Claude - Comme D'habitude (tradução)
Como de costume
Eu me levanto e te procuro
Você não se levanta como de costume
Sobre você eu estendo o lençol
Eu temo que você esteja com frio como de costume
Minha mão acarecia seus cabelos
Quase sem que eu perceba como de costume
Mas você me dá as costas
Como de costume
Então, eu me visto bem rápido
Eu saio do quarto como de costume
Sozinho eu tomo meu café
Eu estou atrasado como de costume
Sem barulho eu saio de casa
Tudo é cinza lá fora como de costume
Eu sinto frio, eu levanto minha gola
Como de costume
Como de costume, todo o dia
Eu vou fingir
Como de costume eu vou sorrir
Como de costume eu vou rir
Como de costume, enfim eu vou viver
Como de costume
E depois o dia acabará
Eu voltarei como de costume
Você, você terá saído
Não ainda chegado. Como de costume
Sozinho eu me deitarei
Nesta cama fria como de costume
Minhas lágrimas, eu as esconderei
Como de costume
Como de costume, mesmo à noite
Eu vou fingir
Como de costume você entrará
Como de costume eu te esperarei
Como de costume você me sorrirá
Como de costume
Como de costume você se trocará
Como de costume você se deitará
Como de costume a gente se beijará
Como de costume
Como de costume a gente fingirá
Como de costume a gente fará amor
Como de costume a gente fingirá

My way







P. Anka, J. Revaux, G. Thibault, C. Frankois



Recorded December 30, 1968, Hollywod






And now, the end is near;



And so I face the final curtain.



My friend, Ill say it clear,



Ill state my case, of which Im certain.



Ive lived a life thats full.



Ive traveled each and evry highway;



And more, much more than this,



I did it my way.



Regrets, Ive had a few;



But then again, too few to mention.



I did what I had to do



And saw it through without exemption.



I planned each charted course;



Each careful step along the byway,



But more, much more than this,



I did it my way.



Yes, there were times,



Im sure you knew



When I bit off more than I could chew.



But through it all, when there was doubt,



I ate it up and spit it out.



I faced it all and I stood tall;



And did it my way.



Ive loved, Ive laughed and cried.



Ive had my fill; my share of losing.



And now, as tears subside,



I find it all so amusing.



To think I did all that;



And may I say - not in a shy way,



No, oh no not me,I did it my way.



For what is a man, what has he got?



If not himself, then he has naught.



To say the things he truly feels;



And not the words of one who kneels.



The record shows I took the blows -And did it my way!

Claude François - Comme d'habitude


Claude François


Comme d'habitude


Je me lève

Et je te bouscule

Tu ne te réveilles pas

Comme d'habitude

Sur toi je remonte le drap

J'ai peur que tu aies froid

Comme d'habitude

Ma main caresse tes cheveux

Presque malgré moi

Comme d'habitude

Mais toi tu me tournes le dos

Comme d'habitude

Alors je m'habille très vite

Je sors de la chambre

Comme d'habitude

Tout seul je bois mon café

Je suis en retard

Comme d'habitude

Sans bruit je quitte la maison

Tout est gris dehors

Comme d'habitude

J'ai froid je relève mon col

Comme d'habitude

Comme d'habitude

Toute la journée

Je vais jouer à faire semblant

Comme d'habitude

Je vais sourire

Comme d'habitude

Je vais meme rire

Comme d'habitude

Enfin je vais vivre

Comme d'habitude

Et puis le jour s'en ira

Moi je reviendrai

Comme d'habitude

Tu seras sortie

Et pas encore rentrée

Comme d'habitude

Tout seul j'irai me coucher

Dans ce grand lit froid

Comme d'habitude

Mes larmes je les cacherai

Comme d'habitude

Comme d'habitude

Meme la nuit

Je vais jouer à faire semblant

Comme d'habitude

Tu rentreras

Comme d'habitude

Je t'attendrai

Comme d'habitude

Tu me souriras

Comme d'habitude

Comme d'habitude

Tu te déshabillera

Comme d'habitude

Tu te coucheras

Comme d'habitude

On s'embrassera

Comme d'habitude

DOMENICO MODUGNO - PIOVE


DOMENICO MODUGNO - PIOVE (CIAO LYRICS)


Mille violini suonati dal vento,

tutti i colori dell'arcobaleno

vanno a fermare la pioggia d'argento

ma piove piovesul nostro amor.

Ciao ciao bambina

un bacio ancora e poi per sempre

ti perderò

come una fiaba l'amore passa

c'èra una volta poi non c'è più

cos'è che trema sul tuo visino

è pioggia o pianto

dimmi cos'è

vorrei trovare parole nuove

ma piove piove sul nostro amor.

(Ciao bambina,ti voglio bene da morire

ciaooooo.....ciaooooo)

Ciao ciao bambina

non ti voltare non posso dirtiri

mani ancor

vorrei trovare

parole nuove ma piove piove

sul nostro amor

Domenico Modugno - Piove



Domenico Modugno Piove (tradução)


Mil violinos tocados pelo vento,

todas as cores do arco-íris,

vão a parar uma chuva de prata

mas chove, chove no nosso amor.

Tchau, tchau, menina,

um beijo ainda

e depois para sempre a perderei.

Como uma fabula, o amor passa,

era uma vez, depois não tem mais.

O que é que treme no seu rostinho,

é chuva ou pranto, diga-me o que é.

Queria achar palavras novas

mas chove, chove no nosso amor.

Tchau, menina!

Te quero bem de morrer!

Tchau! Tchau!

Tchau, tchau, menina, não se vire,

não posso dizer-lhe fique ainda.

Queria achar palavras novas

mas chove, chove no nosso amor.

The Bird - El Pajaro




video



Lhasa - El Pájaro lyrics
Artist: Lhasa lyrics

Album: La Llorona

Year: 1997

Title: El Pájaro
Mírenme, a la vida vuelvo ya

La la la

Pajarillo, tú me despertaste

Enséñame a vivir

En un abismo yo te esperé

Con el abismo yo me enamoré

Pájaro, me despertaste

Pájaro, no sé porqué

Mírenme, a la vida vuelvo ya

La la la

Pajarillo, tú me condenaste

A un amor sin final

En un abismo yo te esperé

Con el abismo yo me enamoré

Pájaro, me despertaste

Pájaro, no sé porqué

Mírenme, a la vida vuelvo ya

La la la

Pajarillo, tú me condenaste

A un amor sin final

En un abismo yo te esperé

Con el abismo yo me enamoré

Pájaro me despertaste

Pájaro yo sé porqué

Mírenme, a la vida vuelvo ya

La la la

[El Pájaro Lyrics on http://www.lyricsmania.com/ ]

martedì 25 marzo 2008

Bellosguardo





Bellosguardo
L’autunno diffonde caldi colori
risveglia in silenzio antichi amori,
sereno adagio i pensieri sul prato
ove tutto è sospeso e immutato.
Volgo lo sguardo verso la valle,
agile svetta il campanile
sposo e alfiere della cattedrale.
Il palazzo e la reggia,
di lustri antichi, testimoni e sovrani.
Le torri, custodi d’armi e d’amori,
armoniche omaggiano chiese e campanili.
Solca la piana l’inquieto fiume
l’onda si snoda sconfitta dal ponte
impetuoso incede il fragore,
memore sorge il timore…
Un brivido lieve percorre la pelle,
illusione del vento,
vezzeggia gli ulivi e gli alti pini,
i cipressi scuoton la cima agli usignoli
dei nuovi amanti colgono i sospiri.
Leggiadre si muovono le foglie sul prato
catturano il ricordo di un bacio rubato.
Max

lunedì 24 marzo 2008

Hard To Say I'm Sorry



Chicago [Hard To Say I'm Sorry lyrics on


"Everybody needs a little time away,"

I heard her say,

"from each other."



"Even lover's need a holiday far away from each other."

Hold me now.

It's hard for me to say I'm sorry.

I just want you to stay.

After all that we've been through,

I will make it up to you.

I promise to.

And after all that's been said and done,

You're just the part of me

I can't let go.

Couldn't stand to be kept away

just for the day from your body.

Wouldn't wanna be swept away,

far away from the one that I love.

Hold me now.

It's hard for me to say I'm sorry.

I just want you to know.

Hold me now.

I really want to tell you I'm sorry.

I could never let you go.

After all that we've been through,

I will make it up to you.

I promise to.

And after all that's been said and done,

You're just the part of me

I can't let go.

After all that we've been through,

I will make it up to you.

I promise to.

You're gonna be the lucky one.

Difficile scusarsi by Valeria




piero mazzocchetti - tu sai che è difficile scusarsi

http://mp3space.com/file/30774/piero_mazzocchetti_-tu_sai_che_è_difficile_scusarsi_-_valeria


Foto by Max ('.'+)
Una versione italiana ('.'=) by Valeria (*.*)

domenica 23 marzo 2008

http://misabellc-biblioteca.blogspot.com

Bésame Mucho Lyrics by Andrea Bocelli

Bésame, bésame mucho
Como si fuera esta noche
La última vez
Bésame, bésame mucho
Que tengo miedo a perderte
Perderte después
Bésame, bésame mucho
Como si fuera esta noche
La última vez
Bésame, bésame mucho
Que tengo miedo a perderte
Perderte después
Quiero tenerte muy cerca
Mirarme en tus ojos
Verte junto a mi
Piensa que tal ves mañana
Yo ya estaré lejos
Muy lejos de ti
Bésame, bésame mucho
Como si fuera esta noche
La última vez
Bésame, bésame mucho
Que tengo miedo a perderte
Perderte después
Bésame, bésame mucho
Que tengo miedo a perderte
Perderte después
Que tengo miedo a perderte
Perderte después
English translation:
Kiss Me
A Lot Kiss me, kiss me a lot,
As if tonight was the last time.
Kiss me, kiss me a lot,
Because I fear to lose you,
To lose you again.
Kiss me, kiss me a lot,
As if tonight was the last time.
Kiss me, kiss me a lot,
Because I fear to lose you,
To lose you again.
I want to have you very close
To see myself in your eyes,
To see you next to me,
Think that perhaps tomorrow
I already will be far, very far from you.
Kiss me, kiss me a lot,
As if tonight was the last time.
Kiss me, kiss me a lot,
Because I fear to lose you,
To lose you again.
Kiss me, kiss me a lot,
Because I fear to lose you,
To lose you again.
Because I fear to lose you,
To lose you again. video

L'ULTIMO ROMANTICO

video

L'ULTIMO ROMANTICO(Pallavicini / Donaggio)
Pino Donaggio, Peppino Di Capri (Italy) - 1971
L’ultimo
Sono io l’ultimo romantico
Sono io quello che ti può
Donare un fiore
E capire da questo
Dall’espressione del viso
Dal tremore di una mano
Se mi ami ..
L’ultimo
L’ultimo romantico di un mondo
Che si può commuovere
Guardando due colombi
Baciarsi su una piazza
Incuranti della gente
E li può calpestare per la fretta d’arrivare
Perché ..
se una rosa è una rosa
Da quando c’è il mondo
Io devo cambiare..
Perché..
se il mare e il cielo, il sole e il vento
Non cambiano mai ...
Perché..
se l’amore è l’amore
Da quando c’è il mondo
Io devo cambiare ..
Perché ..
ci son già tante cose
Che stanno cambiando
L’amore non può ..
L’ultimo
L’ultimo romantico di un mondo
Che si può commuovere
Guardando due ragazzi
Baciarsi su una piazza
Incuranti della gente
Come facciamo adesso
Come facciamo noi due

L'emozione no ha voce ('.

video

Páscoa Cristã



sabato 22 marzo 2008


Feliz Páscoa em vários idiomas

Veja como desejar "Feliz Páscoa!" em diversos idiomas:

Francês

JOYEUSES PÂQUES

Tcheco

VESELE VANOCE

Alemão

SCHÖNE OSTERN

Espanhol

FELICES PASCUAS

Italiano

BUONA PASQUA

Macedônio

SREKEN VELIGDEN

Inglês

HAPPY EASTER

Grego

KALO PASKA

Chinês

FOUAI HWO GIE QUAI LE

Árabe

EID-FOSS'H MUBARAK

Croata

SRETUN USKRS

Húngaro

Boldog Husveti Ünnepeket

Polonês

Wesolych Swiat

Sueco

Glad Påsk

Holandês

Gelukkig Paasfest

Norueguês

God Påske

TurcoMutlo (eller Hos) Paskalya

Português

Feliz Páscoa

Fonte: Autor desconhecido

giovedì 20 marzo 2008

Ovos de Páscoa


O hábito de dar ovos de verdade vem da tradição pagã. O hábito de trocar ovos de chocolate surgiu na França. Antes disso, eram usados ovos de galinha para celebrar a data.
A tradição de presentear com ovos - de verdade mesmo - é muito, muito antiga. Na Ucrânia, por exemplo, centenas de anos antes de era cristã já se trocavam ovos pintados com motivos de natureza - lá eles têm até nome, pêssanka - em celebração à chegada da primavera.
Os chineses e os povos do Mediterrâneo também tinham como hábito dar ovos uns aos outros para comemorar a estação do ano. Para deixá-los coloridos, cozinhavam-os com beterrabas.
Mas os ovos não eram para ser comidos. Eram apenas um presente que simbolizava o início da vida. A tradição de homenagear essa estação do ano continuou durante a Idade Média entre os povos pagãos da Europa.
Eles celebravam Ostera, a deusa da primavera, simbolizada por uma mulher que segurava um ovo em sua mão e observava um coelho, representante da fertilidade, pulando alegremente ao redor de seus pés.
Os cristãos se apropriaram da imagem do ovo para festejar a Páscoa, que celebra a ressurreição de Jesus - o Concílio de Nicéia, realizado em 325, estabeleceu o culto à data. Na época, pintavam os ovos (geralmente de galinha, gansa ou codorna) com imagens de figuras religiosas, como o próprio Jesus e sua mãe, Maria.
Na Inglaterra do século X, os ovos ficaram ainda mais sofisticados. O rei Eduardo I (900-924) costumava presentear a realeza e seus súditos com ovos banhados em ouro ou decorados com pedras preciosas na Páscoa. Não é difícil imaginar por que esse hábito não teve muito futuro.
Foram necessários mais 800 anos para que, no século XVIII, confeiteiros franceses tivessem a idéia de fazer os ovos com chocolate - iguaria que aparecera apenas dois séculos antes na Europa, vinda da então recém-descoberta América. Surgido por volta de 1500 a.C., na região do golfo do México, o chocolate era considerado sagrado pelas civilizações Maia e Asteca. A imagem do coelho apareceu na mesma época, associada à criação por causa de sua grande prole.

Veja meu Slide Show!

mercoledì 19 marzo 2008

Come stai ? Domenico Modugno / Carmen Villani



Artista: Domenico Modugno / Carmen Villani
Titolo: Come Stai?
Autori: Pazzaglia - Modugno
Edizione: Sanremo 1971
Come stai?

Stavo pensando proprio a te

lo sai che strano proprio

qui dove tutto finì incontrarci

così quasi non mi sembra vero

forse sto sognando

eppure no
sei proprio tu

sei proprio tu
sei proprio tu.

Come stai?

Da allora dimmi
mi hai pensato mai

io ti ho pensata sì io

ti ho rimpianto
sì ti cercai,

ti cercai
cara non so che dire
fatti guardare
non sei cambiata.

Come stai?

Come stai?

Amore mio che gioia

che mi dai dal giorno

che finì ho un grande gelo

qui che si scioglie così no,

non è successo niente

questo tempo non c'è

stato ti amo come prima

forse di più,

forse di più.

Come stai?

Sei bella bella

bella più che mai
è bello il tuo dolore

meraviglioso amore

che non vuole morire

cara che stai facendo

tu stai piangendo

fra le mie braccia

come stai?

Da allora è passato tanto tempo

ma il nostro è stato un amore meraviglioso

che abbiamo vissuto attimo per attimo
profondamente,

poi la mia compagna

mi ha fatto un grande dispetto

è partita,

è partita per un viaggio

dal quale non si ritorna più.

Ma io l'aspetto,

l'aspetto ancora

perchè sono sicuro che tornerà

e quando arriverà io le dirò semplicemente.

Come stai?

E' tanto che ti aspetto

e tu lo sai
conosci il mio dolore

meraviglioso amore

che non vuole morire

cara non dirmi niente

dammi la mano ed in silenzio
portami con te.
Come stai?

Come stai - Vasco Rossi


forse non lo dici però lo fai e questo non è onesto ...vero forse non lo dici però lo sai e non andrai in para... ...diso forse non lo dici però lo fai e questo non è mica ...bello forse non lo dici però lo sai e quindi sei un reci... ...divo come stai... ti distingui dal luogo comune ti piace vivere come vuoi e vuoi rispondere solo a te forse non lo dici però lo sai che prima o poi rimani ...solo tu non li capisci ma tutti lo sai hanno messo la test...a ...posto come stai... ti distingui dal luogo comune ti piace vivere come sei e rispondere solo a te come stai... ti distingui dall'uomo comune ti piace vivere come vuoi e rispondi solo a te ..tu non li capisci ma tutti lo sai hanno messo la test...a ...posto come stai... ti distingui dal luogo comune ti piace vivere come sei e vuoi rispondere solo a te come stai... ti distingui dall'uomo comune ti piace vivere come sei e rispondi solo a te

domenica 16 marzo 2008

COSì SEI TU



Così sei Tu

al mondo Tu

Tu che accendi la mia vita.

Tu sei per me, Chi immaginai.

Speravo in Te Sognai il tuo nome.

Così sei Tu

Al mondo Tu

Sei il mio bene

Il dolore.

Nessuno amai

Come amo Te

Nessuno avrò Così vicino..

E va Questo amore

Come fa la musica

Fermi il tempo e fermi le parole...

Così sei Tu

Al mondo Tu

Solo Tu

Questo amore...

Respirerà...

Resisterà...

Come fa la musica

Fermi il tempo e fermi le parole.

Così sei Tu

Al mondo Tu

Sempre Tu

Amore


Demolition

video