misabellC Tour (^.^=)

free counters

sabato 31 gennaio 2009

Creatividad

video

venerdì 30 gennaio 2009

Simone Cristicchi - Ti regalero una rosa -Sanremo2007

video

giovedì 29 gennaio 2009

Non Si Può Leggere Nel Cuore



Il Giardino Dei Semplici - Non Si Può Leggere Nel Cuore
Artist: Il Giardino Dei Semplici
Album: Other Song Lyrics
Title: Non Si Può Leggere Nel Cuore

Non si può leggere nel cuore
ma specialmente nel tuo cuore
non ci si può capire niente
parli di tutto e mai di noi
Non si può amare senza amore
non si può avere senza dare
sapere se mi ami o no e cosa pensi tu di me
ma non si legge nel tuo cuore.
Com'è difficile
senza parole
saper comprendere
quello che tu non hai mai detto a me.
Non si può amare senza amore
non si può avere senza dare
sapere se mi ami o no e cosa pensi tu di me
ma non si legge nel tuo cuore.
Com'è difficile
senza parole
saper comprendere
quello che tu non hai mai detto a me.
[ Non Si Può Leggere Nel Cuore Lyrics on http://www.lyricsmania.com/ ]

martedì 27 gennaio 2009

BELLA SENZ'ANIMA - Riccardo Cocciante


BELLA SENZ'ANIMA



E adesso siediti su quella seggiola
stavolta ascoltami senza interrompere
e' tanto tempo che volevo dirtelo

Vivere insieme a te e' stato inutile
tutto senza allegria senza una lacrima
niente da aggiungere ne' da dividere

Nella tua trappola ci son caduto anch'io
avanti il prossimo, gli lascio il posto mio
Povero diavolo, che pena mi fa

E quando a letto lui ti chiedera' di piu'
glielo concederai perche' tu fai cosi'
Come sai fingere, se ti fa comodo

Adesso so chi sei, e non ci soffro piu'
e se verrai di la', te lo dimostrero'
e questa volta tu te lo ricorderai

E adesso spogliati come sai fare tu
ma non illuderti io non ci casco piu'
tu mi rimpiangerai bella senz'anima

sabato 24 gennaio 2009

CREER canta Caterina Caselli - Il Volto Della Vita

Con il corpo sono qui
Ma la mente mia non c'è,
Corre dietro a dei ricordi
E chi la ferma píu.

I miei occhi sono chiusi
Ma ci vedo molto bene,
Son davanti ad una casa
Entro e vedo te.

Il volto della vita, ah ah.
Il volto dell'amore.

Rose rosse alle pareti,
Giochi d'ombra sul tuo viso,
Come ali le mie braccia
Si apron verso te.

Ed ancora la mia mente
Non è stanca di vagare
E mi porta lungo il fiume
E in fondo vedo te.

Il volto della vita, ah ah.
Il volto dell'amore.

Sei vestito un poco strano
Ma d'altronde, come sempre,
Il mio cuore ti fa festa
Solo a un passo da te.

Ma qualcuno ha bussato
E il mio viaggio è terminato,
Io mi alzo per aprire,
Apro e vedo te.

Il volto della vita, ah ah.
Il volto dell'amore.

Il volto della vita, ah ah. video

Peppino Di Capri - Piano Piano Dolce Dolce


Peppino Di Capri - Piano Piano Dolce Dolce

M'HAI FATTO INNAMORARE PIANO PIANO
E ADESSO CHE LA VITA NON E' VITA
SAPERE CHE PER TE NON E' IMPORTANTE,
E' AMARO, E' AMARO
LA SERA MI RITROVO SOLO SOLO, SOSPESO APPENA A UN FILO DI SPERANZA
LO SQUILLO DEL TELEFONO POI NIENTE,
PAZIENZA, PAZIENZA
E CERCO DI DISTRARMI E NON PENSARE, HO TANTI INVITI E DICO SEMPRE NO
POTRESTI FARTI VIVA ALL'IMPROVVISO, E CHE DIRESTI SE NON FOSSI QUI
NON M'INTERESSA PIU' COME UNA VOLTA, LA SERA ANDARE A DIVERTIRTI UN PO'
E MI FAREBBE BENE PER GUARIRE, DA QUESTA MALATTIA CHE FA MORIRE
M'HAI FATTO INNAMORARE PIANO PIANO,
E ADESSO CHE NON C'E' RIMASTO NIENTE
L'AVERTI AMATO TANTO INUTILMENTE
E' DOLCE ...
......E' DOLCE

il computer di che genere è?

Una maestra stava spiegando alla sua classe che in Francese, diversamente dall'Inglese, i vocaboli possono essere maschili o femminili:
- House in francese è femminile: la maison. Pencil in francese è maschile: le crayon.
Uno studente curioso chiese:
- E il computer di che genere è?
La maestra, sorpresa, ammise di non saperlo e la parola non figurava nemmeno nel dizionario di Francese. Così, per divertirsi un po', la classe fu divisa in due squadre, ovviamente maschi da una parte e femmine dall'altra, e si chiese ai ragazzi di decidere loro a che genere appartenesse il computer, dando almeno 4 buone ragioni.

La squadra dei ragazzi decise che il computer non poteva essere altro che femmina, in quanto:
1. Eccetto il creatore, nessuno può capire la sua logica interna;
2. Il linguaggio nativo che usa per comunicare con gli altri computer è incomprensibile per chiunque altro;
3. Anche gli errori più piccoli restano immagazzinati per sempre in memoria per
poterteli rinfacciare;
4. Appena l'hai comprato ti ritrovi a spendere mezzo stipendio in accessori.

La squadra delle ragazze, ovviamente, arrivò alla conclusione che il computer era di genere sicuramente maschile perché:
1. Se vuoi fare qualcosa con lui, prima lo devi accendere;
2. Anche se ha molti dati non riesce a pensare da solo;
3. E' stato inventato per risolvere i problemi, ma nella metà dei casi è lui il problema;
4. Appena l'hai comprato ti accorgi che se avessi aspettato ancora un po' ne avresti potuto trovare uno migliore...

Inviata da Marika JJ il 14/06/2007

venerdì 23 gennaio 2009

japanese mall fountain



video

Cin Cin

cenetta romantica


Quando pensiamo a una cenetta romantica vengono in mente fiori, candele profumate, musica di sottofondo e, perché no, qualche piatto a base di cibi afrodisiaci. Piatti squisiti, ricchi di profumi e di ingredienti miracolosi in grado di rinvigorire gli appetiti sessuali. Attraversando culture differenti attente a sfruttare ciò che la natura offriva loro, alcuni cibi sono giunti fino ai giorni nostri mantenendo la loro reputazione di alimenti "piccanti". Ecco dunque una serie di ricette ricche di alimenti cui la tradizione popolare attribuisce proprietà afrodisiache... Provare per credere!

mercoledì 21 gennaio 2009

Engenhos



video

Eros Ramazzotti - Un Altra 'Te


Eros Ramazzotti - Un Altra 'Te

un'altra te
dove la trovo io
un'altra che
sorprenda me
un'altra te
un guaio simile
chissà se c'è
un'altra te
con gli stessi tuoi discorsi
quelle tue espressioni
che in un altro viso cogliere non so
quegli sguardi sempre attenti
ai miei spostamenti
quando dal tuo spazio me ne uscivo un po'
con la stessa fantasia
la capacità
di tenere i ritmi indiavolati
degli umori miei
un'altra come te
ma nemmeno se la invento c'è
mi sembra chiaro che
sono ancora impantanato con te
ed è sempre più
evidente...
e mi manca ogni sera
la tua gelosia
anche se poi era forse più la mia
e mi mancano i miei occhi
che sono rimasti lì
dove io li avevo appoggiati
quindi su di te
mi sembra chiaro
un'altra come te
ma nemmeno se la invento c'è
mi sembra chiaro che
sono ancora impantanato con te
ed è sempre più
preoccupante...
evidentemente preoccupante
ma un'altra te
non credo....

Governo deve adotar novo modelo de carteira de identidade em 2009

Governo deve adotar novo modelo de carteira de identidade em 2009

Publicada em 07/07/2008 às 21h11m

Agência Brasil; TV Globo; O Globo Online

Novo modelo de carteira de identidade - Reprodução da TV


BRASÍLIA - O governo estuda um novo modelo para as carteiras de identidade que devem ser adotadas a partir de janeiro do ano que vem. A proposta do Instituto Nacional de Identificação (INI), do departamento de Polícia Federal, é unificar o documento e fazer um cadastro único para evitar que a pessoa consiga tirar uma identidade diferente em outro estado. Os novos cartões vão passar a identificar as pessoas de maneira unificada, com uma foto tirada na hora e impressões digitais escaneadas, sem precisar pintar os dedos. Os passaportes já são feitos assim.

O modelo de cartão de identidade aprovado pela PF reunirá todas as informações pessoais, como o número do CPF e o título de eleitor, armazenados num chip. Há também itens de segurança, como uma marca d'água e a maneira como os dados serão inscritos no cartão.

- A informação não é uma tinta, então nenhum reagente químico pode alterá-la - explica Célio Ribeiro, presidente da associação das empresas de identificação digital.

Todos os estados vão passar a ter os mesmos equipamentos para emitir a nova identidade, e os dados essenciais serão mandados para uma central que vai formar o Cadastro Nacional Único. Sempre que alguém for tirar o documento, os institutos de identificação estaduais farão uma consulta online a essa central para que cada brasileiro tenha apenas um número de identidade.

Para o diretor do INI, Marcos Elias Cláudio de Araújo, a implementação do projeto contribuirá para tornar a identificação civil no Brasil ainda mais eficiente.

- A proposta é que, em nove anos todos os brasileiros tenham o novo registro, que vai acabar com o problema de homônimos - pessoas que têm o mesmo nome e números de registro diferentes - e principalmente com as fraudes - explicou.

Fonte: http://oglobo.globo.com/pais/mat/2008/07/07/governo_deve_adotar_novo_modelo_de_carteira_de_identidade_em_2009-547138213.asp

martedì 20 gennaio 2009

Pensami

Riccardo Cocciante - La musica senza perché


Riccardo Cocciante - La musica senza perché

Abbiamo ruote per andare via
Possibilmente non fermarci mai
Una chiarissima calligrafia
Probabilmente la conoscerai
E qualcuno si domanderà
Come viviamo le malinconie
E magari ci terrà presente
Considerando quelle melodie

Che scaldano l’anima
E leggono l’anima

Quarti d’ora di felicità
Trasportati dallo stesso vento
E una luce che illuminerà
Un emozione che avevamo già
E la musica senza perché
Che accompagna i nostri cambiamenti
Ci saranno gli avvicendamenti
Ma nessuno si allontanerà

Regalami un’anima
E leggimi l’anima

E la musica dei giorni sparsi
Del sorriso che riceverai
Vivere insieme, camminare ancora
Lo faremo noi
La canzone che ricorderai
Tra le parole che ti porterai
Molto lontano quando te ne andrai
Ci saranno poesie

Che scaldano l’anima
Raggiungono l’anima

Siamo stati in migliaia di posti
Tra milioni di complessità
Con le scritte sopra i manifesti
E gli incontri lasciati a metà
Ma la musica senza perché
Accompagna quegli spostamenti
E conduce i nostri sentimenti
Alla ricerca della verità

Che abbiamo nell’anima
Chescaldano l’anima
Che abbiamo nell’anima
Che scaldano l’anima
Che abbiamo nell’anima.

Uomo macchina - Celentano Adriano


Uomo macchina - Celentano Adriano

Camminando giù in città
Tra i motori e la realtà,
Tanta gente che si muove
Sembra viva e non lo è più.
Ehi amico che cammini,
Non ti accorgi che anche tu
Tu sei fatto di bulloni,
Il motore guida te
Una macchina tu sei,
L'ingranaggio gira ma
Proprio lui ti ucciderà.

Amico mio
Non sono fatto come te
Guarda i miei occhi
Vedrai che differenza c'è.

Ehi amico sta' a sentire
Non scappare, vieni qua
Se ti guardi un poco intorno
Anche tu ti accorgerai
Che i colori della vita
Non li vedi come me,
Quando tu ti sveglierai
Da quel brutto sogno che
Ti distrugge e non lo sai
Che la vita è nei colori
Che ci sono intorno a te.
Amico mio
Non sono fatto come te
Guarda i miei occhi
Vedrai che differenza c'è.
Non aver paura, vivi,
Lascia tutto ciò che hai,
Devi cominciare a dare
Se amore tu vorrai
Il mestiere della vita
Più leggero ti sarà
Se ad amare avrai imparato
La tua gente come te.
Vieni amico, andiamo dai
Sarà facile per noi
Non sei solo, siamo in due
Amico mio
Non sono fatto come te
Guarda i miei occhi
Vedrai che differenza c'è
Amico mio
Non sono fatto come te
Guarda i miei occhi
Vedrai che differenza c'è..

lunedì 19 gennaio 2009

Stadio - Sorprendimi


Stadio - Sorprendimi

Artist: Stadio
Album: Storie E Geografie
Year: 2003
Title: Sorprendimi

Sorprendimi

con baci che non conosco ogni notte
stupiscimi ...
e se alle volte poi cado ti prego
sorreggimi, aiutami
a capire le cose del mondo
e parlami, di più di te, io mi dò a te
completamente ...
Adesso andiamo nel vento e riapriamo le ali
c’è un volo molto speciale non torna domani
respiro nel tuo respiro e ti tengo le mani
qui non ci vede nessuno siam troppo vicini
e troppo veri ...
Sorprendimi ...
e con carezze proibite e dolcissime
amami ...
e se alle volte mi chiudo ti prego
capiscimi, altro non c’è
che la voglia di crescere insieme
ascoltami, io mi do a te e penso a te
continuamente ...
Adesso andiamo nel vento e riapriamo le ali
c’è un volo molto speciale non torna domani
respiro nel tuo respiro e ti tengo le mani
qui non ci prende nessuno siam troppo vicini
e troppo veri ...
veri ...
Dai che torniamo nel vento e riapriamo le ali
c’è un volo molto speciale non torna domani
respiro nel tuo respiro e ti tengo le mani
qui non ci prende nessuno siam troppo vicini
e troppo veri ...
Sorprendimi ,sorprendimi ,sorprendimi..
[ Sorprendimi Lyrics on http://www.lyricsmania.com/ ]

domenica 11 gennaio 2009

Toto Cutugno - C'est Venice


CREER canta Toto Cutugno - C'est Venice

Artist: Toto Cutugno
Album: Azzurra Malinconia
Year: 1986
Title: C'est Venice

Quante volte fra i banchi di scuola ho studiato Venezia
Quante storie d'amore hanno scritto i poeti a Venezia
La laguna che cambia colore
Come le nostre stagioni di cuore
Se una donna la perdi la puoi ritrovare a Venezia

Quante volte i giornali hanno scritto salviamo Venezia
E poi quante bugiarde promesse han ferito Venezia
Sulla Piazza San Marco sei mia
C'e il carnevale per un'altra follia
C'e sempre un canto d'amore e poesia solo a Venezia

C'est Venice pour l'eternite'
Venice qui meurt jamais
Comme l'amour dans tout le monde entier
C'est Venice per l'eternita'
Venice non morira'
Come il nostro amore senza eta'

Quante volte ho pensato che se non ci fosse Venezia
Dove andrebbero gli innamorati a sogniare Venezia
Sulla Piazza San Marco sei mia
E un gondoliere che ci fa compagnia
C'e nell'aria una strana poesia solo a Venezia

C'est Venice pour l'eternite'
Venice qui meurt jamais
Comme l'amour dans tout le monde entier
C'est Venice per l'eternita'
Venice non morira'
Come il nostro amore senza eta'
C'est Venice pour l'eternite'
Venice qui meurt jamais
Comme l'amour dans tout le monde entier

C'est Venice pour l'eternite'
Venice qui meurt jamais
Come il nostro amore senza eta'
[ C'est Venice Lyrics on http://www.lyricsmania.com/ ]


video



Storia di Venezia

è un sito dedicato a Venezia e al suo ruolo nella storia, nell'economia, nella politica e nella cultura europea e mediterranea nel corso dei secoli. L'arco cronologico di interesse va dalle origini della città fino ai giorni nostri. Nato dall'iniziativa di un gruppo di ricercatori e docenti, ma aperto a tutti i contributi, SdV vuole portare all’attenzione degli specialisti così come degli studenti universitari e dei cultori della storia di Venezia una serie di materiali utili alla ricerca e alla riflessione storiografica, proposti attraverso l’uso delle tecniche informatiche e telematiche.

SdV è organizzata nelle otto sezioni principali Storici, Saggi, Cinema, Strumenti, Rivista, E-Book, Agenda e Links. Alla presentazione dell'iniziativa, alla composizione della redazione e ai dati sui collaboratori è invece dedicata la sezione Redazione, mentre le novità del sito sono presentate nella sezione Novità.

Toto Cutugno - Faccia Pulita









Toto Cutugno lirycs

Artista: Toto Cutugno
Titolo: Faccia Pulita
Autori: Cutugno
Edizione: Sanremo 1997
Categoria: Big


Hei tu, faccia pulita
Sei tu che prendi la mia vita
Più di così non si può
Di donne ne ho conosciute tante
Ma tu per me sei quella più importante
Come te non ce n'è, non ce n'è
L'amore vero cade sempre dal cielo
Quando ti bacia devi prenderlo al volo
E non lasciarlo mai, anche se è un mare di guai
L'amore vero quasi sempre è uno solo
Eppure c'è chi non l'ha preso al volo
Non l'ha vissuto, non l'ha vissuto mai
E allora
Fai sempre quello che ti dice il cuore
Anche se a volte proverai un grande dolore
Dell'esperienza che ne fai
Sulla tua pelle pagherai
Un altro amore sbagliato
Appena nato e finito
E allora
Fai sempre quello che ti dice il cuore
Lasciati andare quando c'è il vero amore
E non avere mai paura
Se ti innamorerai
Hei tu, faccia pulita
Dimmi un po' come ti va la vita
Se ci stai bene con me
Di donne ho amato poco e ho avuto tanto
Ma tu saresti l'unico rimpianto
Come te non ce n'è, ti giuro, non ce n'è
L'amore vero piove sempre dal cielo
Quando ti bacia non cercare riparo
Non asciugarlo mai, anche se è un mare di guai
L'amore vero quasi sempre è uno solo
Eppure c'è chi non l'ha preso al volo
Non l'ha vissuto mai, per una vita intera mai
E allora
Fai sempre quello che ti dice il cuore
Anche se a volte proverai un grande dolore
Dell'esperienza che ne fai
Sulla tua pelle pagherai
Un altro amore sbagliato
Appena nato e finito
E allora
Fai sempre quello che ti dice il cuore
Lasciati andare quando c'è il vero amore
E non avere mai paura
Se ti innamorerai
E non avere mai paura
Se ti innamorerai
L'amore vero quasi sempre è uno solo
Quando ti bacia devi prenderlo al volo
E non lasciarmi mai
E non mi lasciare mai.

Hei tu, faccia pulita
Hey you, pure face
Sei tu che prendi la mia vita
You take my life
Più di così non si può
More then that it's impossible
Di donne ne ho conosciute tante
I've been knowing many women
Ma tu per me sei quella più importante
But you're the most important to me
Come te non ce n'è, non ce n'è
There are no others like you
L'amore vero cade sempre dal cielo
True love always comes from heaven (litterally "falls from the sky")
Quando ti bacia devi prenderlo al volo
When it kisses ou you've to catch it
E non lasciarlo mai, anche se è un mare di guai
And never leave it, even if it's full of crazy troubles
L'amore vero quasi sempre è uno solo
True love is quite always only one
Eppure c'è chi non l'ha preso al volo
But there's people that didn't catch it
Non l'ha vissuto, non l'ha vissuto mai
That didn't live it, it never lived it
E allora
And so
Fai sempre quello che ti dice il cuore
Always do what your heart tells to
Anche se a volte proverai un grande dolore
Even if sometimes you'll feel a big pain
Dell'esperienza che ne fai
The experience that you take
Sulla tua pelle pagherai
You'll pay it on your own skin (an Italian expression to say that you will pay it with pain)
Un altro amore sbagliato
Another wrong love
Appena nato e finito
Just birth and dead
E allora
And so
Fai sempre quello che ti dice il cuore
Always do what your heart tells to
Lasciati andare quando c'è il vero amore
Let yourself go when there's the true love
E non avere mai paura
And never be afraid
Se ti innamorerai
If you'll fall in love
Hei tu, faccia pulita
Hey you, pure face
Dimmi un po' come ti va la vita
Tell me how's your life
Se ci stai bene con me
If you're fine with me
Di donne ho amato poco e ho avuto tanto
I've loved a few women and I've had a lot from them
Ma tu saresti l'unico rimpianto
But you'd be the only regret
Come te non ce n'è, ti giuro, non ce n'è
There's nobody like you, I swear, there are not
L'amore vero piove sempre dal cielo
The real love always comes from heaven (litterally "rains from the sky")
Quando ti bacia non cercare riparo
When it kisses you don't look for a shelter
Non asciugarlo mai, anche se è un mare di guai
Never dry it, even if it's a trouble big like the sea (litterally "it's a sea of problems)
L'amore vero quasi sempre è uno solo
True love is quite always only one
Eppure c'è chi non l'ha preso al volo
But there's someone that didn't catch it
Non l'ha vissuto mai, per una vita intera mai
And never lived it, for a whole life, never
E allora
And so
Fai sempre quello che ti dice il cuore
Always do what your heart tells to
Anche se a volte proverai un grande dolore
Even if sometimes you'll feel a big pain
Dell'esperienza che ne fai
From that experience
Sulla tua pelle pagherai
You'll pay it on your own skin
Un altro amore sbagliato
Another wrong love
Appena nato e finito
Sudden birth and ended
E allora
And so
Fai sempre quello che ti dice il cuore
Always do what your heart tells to
Lasciati andare quando c'è il vero amore
Let yourself go when there's true love
E non avere mai paura
And never be afraid
Se ti innamorerai
If you'll fall in love
E non avere mai paura
And never be afraid
Se ti innamorerai
If you'll fall in love
L'amore vero quasi sempre è uno solo
True love is quite always only one
Quando ti bacia devi prenderlo al volo
When it kisses you, you have to catch it
E non lasciarmi mai
And never leave me
E non mi lasciare mai.
And never leave me

TARTELLETTE MIGNON ALLA RICOTTA


TARTELLETTE MIGNON ALLA RICOTTA

INGREDIENTI

ricotta g 500 - farina bianca g 350 più un poco per la spianatoia - patate g 350 - fave fresche, sgranate, g 100 - prosciutto crudo g 80 - 2 uova - trito aromatico (basilico, finocchietto) - olio d'oliva - sale - pepe

Preparazione

1 - Lessate in pentola a pressione le patate con la buccia per circa 20'. Tenete le fave in acqua tiepida per lo stesso tempo, quindi spellatele e tritatele a coltello 2 - Scolate le patate lesse, pelatele e, calde, passatele allo schiacciapatate, raccogliendole in una ciotola 3 - Nella stessa aggiungete il trito di fave, la farina, sale, pepe e il prosciutto, anch'esso tritato a coltello. Amalgamate bene il composto legandolo con un uovo e g 50 di olio 4 - In una seconda ciotola, amalgamate, invece, la ricotta insieme con un uovo, sale, pepe, trito aromatico e un filino d'olio 5 - Stendete l'impasto di patate sulla spianatoia infarinata, tirandolo con il matterello a circa 4 mm di spessore. Ritagliate quindi la pasta in dischi di cm 6-7 di diametro con i quali rivestirete piccoli stampini per tartellette a bordo smerlato. Rimpastate i ritagli, lasciate riposare la nuova pasta per 30' quindi stendetela di nuovo e ricavatene altri dischetti: dovrete preparare complessivamente circa 50 tartellette, riutilizzando più volte gli stampini 6 - Man mano che verranno pronti, riempiteli con la ricotta raccolta in una tasca per pasticcere, munita di bocchetta liscia, distribuendola equamente, poi passateli in forno a 180° per 25' circa.

MINIBRUSCHETTE CON POMODORINI CILIEGIA


Antipasti

INGREDIENTI
un filone di pane francese - pomodorini a ciliegia, circa g 450 - capperi sotto sale g 30 - 2 spicchi d'aglio - origano - olio extravergine di oliva - sale
Preparazione
Lavate i pomodorini, privateli del picciolo e stendeteli sulla placca del forno. Sbucciate e tritate finemente l'aglio e spargetelo sugli stessi. Sciacquate i capperi e uniteli al resto. Cospargete con foglioline di origano, irrorate con un filo d'olio e salate leggermente. Passate nel forno scaldato a 200 °C e arrostite i pomodorini per 10 minuti. Ricavate intanto dal pane una dozzina di fette, tagliate leggermente oblique. Stendetele su un'altra placca da forno. Tostatele il tempo necessario perché siano dorate e croccanti. Suddividete fra di esse i pomodorini, conditeli con un filino d'olio, guarniteli a piacere e servite le bruschette ben calde.
VINO: Lison-Pramaggiore Verduzzo